Il cuore dell’Africa, in Kenya.

Quando pensi all’Africa, probabilmente stai pensando al Kenya. È l’acacia solitaria che si staglia sulla savana contro un orizzonte che si estende all’infinito. È la montagna innevata che guarda deserti inospitali. È la costa lussureggiante, orlata di palme dell’Oceano Indiano, è la Great Rift Valley, drammatico squarcio nel continente, ed è il fitto bosco che ricorda il cuore dell’africa più selvaggia. In breve, il Kenya è un paese di epici paesaggi che stimolano e arricchiscono il nostro più ricco immaginario regalando suggestioni indimenticabili.

Clima piacevole tutto l’anno, magnifica fauna e scenari mozzafiato fanno del Kenya una delle destinazioni di viaggio più attraenti dell’Africa orientale con le sue lagune blu e le spiagge e le scogliere che si affacciano sull’Oceano Indiano e poi ancora le savane, le montagne e i deserti degli interni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Kenya è un paese davvero variegato. Le regioni principali sono quattro: gli aridi deserti del nord, le terre della savana del sud, le fertili pianure lungo la costa e altopiani ad ovest, dove si trova la capitale Nairobi. A nord-ovest di Nairobi corre la Rift Valley, costellata di laghi e contenente la città di Nakuru, mentre più a ovest il Parco Nazionale di Aberdare è dominato dal picco più alto del Kenya e la seconda montagna più alta dell’Africa dopo il Kilimanjaro, Monte Kenya, che è anche un parco nazionale. Nel lontano nord-ovest c’è il Lago Turkana (ex Lago Rudolph), e nel sud-ovest è la parte del Kenya del Lago Vittoria.

Con parchi nazionali e riserve sparsi per la vasta savana, possibilità di escursioni attraverso le alte foreste e le brughiere delle Highlands Centrali, attrazioni culturali e naturali come Nairobi e il Lago Vittoria ad ovest, troverete che ciò che non manca in questo paese è l’ampia scelta. Tra tante possibilità potrete personalizzare la vostra avventura addestrandovi con i guerrieri Masai o ammirando i giganteschi ippopotami nel bellissimo Parco Nazionale Tsavo West. I leoni e leopardi sono solo una parte del paesaggio in Kenya, Africa orientale, la destinazione preferita per i safari. Più di 40 parchi nazionali e riserve naturali sono sparpagliati tra il Lago Vittoria e l’Oceano Indiano, coprendo ogni paesaggio immaginabile e raffigurando praticamente tutti gli animali in Africa: dagli aardvarks alle zebre. Il Kenya è anche un luogo ideale per incontri culturali, con più di 40 gruppi tribali diversi che seguono ognuno il proprio stile di vita unico. Il semi-nomade Maasai, con i suoi ornamenti multicolori e decorati con perline, è forse l’etnia più conosciuta, ma visitare qualsiasi villaggio tribale è un’esperienza affascinante e illuminante.

Particolarmente caldo in febbraio e marzo, il Kenya presenta un clima tropicale sulle zone costiere e lì i mesi più umidi sono aprile e maggio. Le pianure calde e secche e le alture temperate chiudono la varietà di climi che questo meraviglioso Paese racchiude. Per la costa e il lago sono consigliati cotone e biancheria leggeri con indumenti impermeabili. L’abbigliamento più caldo è necessario in giugno e luglio e per le mattine più fresche nella zona costiera. Più strati leggeri sono consigliati per la maggior parte dell’anno negli altopiani. L’abbigliamento da pioggia è necessario tra marzo e giugno, e ottobre e dicembre.

kenya sothra

Rispondi