Libano, antico, internazionale, bellissimo

libano map.jpgUna terra antica, il Libano si trova negli scritti di Omero e nell’Antico Testamento. Le sue città erano importanti avamposti e porti marittimi in epoca fenicia e romana, solo due delle grandi civiltà che toccarono questo importante crocevia del Medio Oriente.  L’unico paese nel mondo arabo che abbraccia quattro stagioni all’anno, ma non importa quale sia la stagione, c’è sempre qualcosa di speciale da godere. Nella stagione invernale, le stazioni sciistiche offrono piste per turisti che sono paragonabili anche alle migliori località in Europa. In estate, festival internazionali in tutto il paese – a Baalbek, Byblos, Beiteddine, Batroun e Jounieh – riuniscono artisti libanesi e stranieri che si esibiscono presso splendidi siti archeologici e storici.

leb 1.jpgI visitatori, in Libano, godono di un servizio eccezionale in hotel e resort di classe mondiale, ristoranti, casinò, teatri, cinema, nightclub e centri commerciali di lusso, oltre a servizi avanzati di comunicazione e trasporto. Il Libano offre anche accesso a centri medici all’avanguardia.

leb 2Il fascino cosmopolita dell’odierna Beirut, la fama internazionale del cibo e del vino del paese e una popolazione istruita ed estroversa completano un paese che è allo stesso tempo tradizionale e progressista. Per tutti i sapori del suo passato storico e la sua aspra bellezza naturale, il Libano invita all’esplorazione. Ci sono quattro principali regioni geografiche in Libano, differenziate per topografia e clima. Da ovest a est, includono: la pianura costiera, la catena montuosa del Libano, la valle del Békaa e la catena anti-libano.  L’Anti-Libano è un tratto di montagne aride che si ergono ad est della valle del Békaa e formano parte del confine orientale del paese con la Siria. 

leb 3La valle del Békaa, conosciuta anticamente come “granaio” dell’impero romano, è ancora la principale regione agricola del paese. Situato su un altopiano tra le due catene montuose del paese, il fiume Banaa alimenta la produzione di pomodori, patate, grano, olive e uva, nonostante le estati calde e secche. Oltre ad alcune delle migliori cantine libanesi (Ksara, Kefraya, Massaya), la principale attrazione di Békaa sono le rovine di Baalbek. Nato come luogo di culto a Baal, il Dio Sole Fenicio, Baalbek era conosciuto in epoca greco-romana come la famosa Eliopoli, o “Città del Sole”. Forse a causa dell’importanza agricola della regione nel nutrire gli abitanti dell’Impero Romano, alcuni dei più grandi templi romani mai costruiti sono stati eretti in questo sito. La deliziosa costa libanese è incorniciata dal Mar Mediterraneo a ovest e la catena del Monte Libano a est, il suo clima temperato porta estati soleggiate e calde e inverni freschi e piovosi. La temperatura diurna in estate, che raggiunge una media di 30 ° C incoraggia le persone a dirigersi verso la spiaggia o verso i pendii montani più alti e freddi in quota. Nelle città costiere di Saida (Sidone) e Jbail (Byblos), i turisti possono godere della rara opportunità di fare snorkeling tra le rovine fenicie a lungo sommerse, mentre si possono fare bellissime escursioni a solo un’ora di distanza nella regione Chouf del Monte Libano.

leb 4Il Libano ha un clima tipicamente mediterraneo. L’estate (da giugno a settembre) è calda sulla costa e più fresca in montagna. La primavera e l’autunno sono calde e piacevoli e sono i tempi ideali per visitare la città. L’inverno (da dicembre a metà marzo) è prevalentemente piovoso, con neve sulle montagne, quindi questo è il periodo ideale per visitare gli sport invernali, ma a basse altitudini le visite turistiche possono essere ostacolate da forti piogge.

Rispondi