Bulgaria, antica e avventurosa

bulgaria map.jpgMontagne che sconvolgono l’anima rivaleggiano con le spiagge dorate, mentre le città ronzano di vita notturna e arte. All’interno della seducente soluzione di natura e storia, sono garantite avventure indimenticabili. Con una miscela di vecchio e nuovo, poi, la Bulgaria offre ai viaggiatori la possibilità di esplorare una parte vibrante e attraente dei Balcani che vanta una ricca tradizione folcloristica mescolata con una varietà di attività stimolanti. Le sue lunghe spiagge sabbiose del Mar Nero stanno diventando una destinazione estiva sempre più popolare.

BUL 2Ma in Bulgaria c’è molto di più delle sue località a basso costo. Al di fuori della stagione sciistica, le montagne e le foreste della Bulgaria costituiscono un parco giochi emozionante per escursionisti, escursionisti, alpinisti, appassionati di mountain bike e di passeggiate a cavallo. Gli amanti della natura troveranno una vasta gamma di flora e fauna, grazie al mix di terreno continentale, mediterraneo e steppico della Bulgaria, con uccelli, farfalle e pipistrelli particolarmente numerosi.

BUL 4Con diverse catene montuose estreme, spiagge meravigliose, numerose città storiche e una rete di villaggi di lavoro con tradizioni risalenti al diciannovesimo secolo, la Bulgaria ha una ricchezza di attrazioni stipate in un paese relativamente compatto. Più di ogni altra cosa, questa è una terra di avventure: una volta scesi dai sentieri battuti, i cartelli stradali e gli orari degli autobus spesso scompaiono (o sono solo in cirillico) e poche persone parlano una lingua straniera, ma quasi tutti quelli che incontrerai saranno determinati ad aiutarti.

Vale la pena esplorare i villaggi antichi e le città storiche con le strutture in legno, dove troverai un vivace mix di moschee ottomane, chiese ortodosse e rovine romane. Nessun visitatore in Bulgaria può non rimanere colpito dalla sua arte religiosa, dalle grandi chiese dalle cupole dorate alle pitture con icone in miniatura. La Chiesa Aleksander Nevski di Sofia e il Monastero di Rila del X secolo attirano visitatori e pellegrini, mentre le sculture in legno di Tryavna e i murales apocalittici di Bachkovo stanno riscuotendo grande successo. Ma le chiese ortodosse anche nei villaggi più piccoli offrono molto da ammirare: dipinti di santi, spesso incastonati su lastre di legno intagliato (iconostasi), sembrano magici quando vengono investiti dalla luce tremolante di una candela. Quasi altrettanto spettacolari sono le ambientazioni di molti edifici sacri: scogliere di granito, ruscelli che si infrangono e valichi di montagna solitari.

BUL 1E proprio i paesaggi selvaggi della Bulgaria fanno battere forte il cuore di escursionisti, appassionati di mountain bike e sciatori. Sette catene montuose increspano il paese; laghi glaciali scintillano tra queste cime innevate e grovigli di foreste nascondono lupi, orsi e linci, uno scorcio del passato primordiale dell’Europa. Reti di sentieri e hizha (rifugi) consentono l’accesso a una bellezza così grezza come i panorami ammantati di nebbia nella catena di Stara Planina e l’alba dalla seconda vetta più alta della Bulgaria, il monte Vihren (2915 m). Tra il trekking nei villaggi Rodopi, una fuga attraverso i campi da sci a Bansko o il birdwatching nel Parco Nazionale di Pirin, la Bulgaria ha molto da deliziare (e affaticare) gli amanti dei grandi spazi aperti.

Sussurri di storia provengono dalle fortezze e dalle rovine della Bulgaria. Le grotte segrete nelle regioni selvagge scolpite dal fiume conservano tracce di insediamenti neolitici. I misteriosi Traci lasciarono abbaglianti oro e argento e tombe che possono essere esplorate ancora oggi. I Romani costruirono città di dimensioni strabilianti, le terme, le mura e gli anfiteatri che siedono con noncuranza nel mezzo di città moderne come Varna e Plovdiv. Successioni di zar si sono susseguite lungo i bastioni della Fortezza di Tsarevets nell’ex capitale Veliko Târnovo. E queste storie non sono meno rilevanti oggi, con l’arte dei Traci e la vittoria della Bulgaria sugli ottomani che continuano a ispirare.

Lunghe e sabbiose spiagge e bel tempo invitano i vacanzieri nelle località bulgare del Mar Nero ogni estate. Inlanders bulgari sono attratti senza sosta per la brezza del mare rinfrescante e chilometri di acqua turchese. Anche i visitatori stranieri ormai conoscono la costa della Bulgaria, grazie alle splendide località balneari come Primorsko (e ai prezzi che competono bene con l’Europa occidentale). Anche le due grandi città della costa, Varna e Burgas, hanno spiagge incantevoli a pochi minuti dai loro centri urbani. E mentre Sunny Beach, Sozopol e altri sono completamente sviluppati, ci sono ancora molte insenature selvagge, nascoste a nord e a sud dei principali snodi.

BUL 3Il clima in Bulgaria varia a seconda dell’altitudine. Le estati sono più calde con qualche piovasco, con il sud che sente l’influenza del Mediterraneo. I mesi migliori per programmare un viaggio sono da metà giugno a settembre, quando le giornate sono lunghe e soleggiate. Gli inverni sono freddi con buone nevicate in montagna. Gennaio è il mese migliore per sciare in Bulgaria. Piove frequentemente durante la primavera e l’autunno.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Mr Twiki ha detto:

    Che metà sottovalutata, è certamente da visitare. Bellissimo questo articolo!

Rispondi