Piccola grande Malta

malta map.jpgMalta è piccolissima. In questo piccolo grande scrigno, troverai siti archeologici unici, ruscelli di roccia bianca e coste con sabbia dorata cesellate dal vento. Dalle acque blu incontaminate di Gozo alla costa crollata di Comino, potrai godere di queste meraviglie prima di finire circondato da secoli di storia nella capitale dello spettacolo di La Valletta.

È impossibile non fermarsi ad apprezzare la miriade di piccoli villaggi e città di Malta, pieni di siti architettonici e storici che raccontano la storia di un’isola così spesso costretta a difendersi dagli attacchi. A nord, troverai il pittoresco villaggio di Mellieha, mentre nel centro attendono le eleganti città storiche di Rabat e Mdina e i templi preistorici di Hagar Qim e Mnajdra.

malt 2Al centro di tutto si trova Valletta, la città fortezza e dimora storica dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme. Anche se quasi intimorisce dall’esterno, una volta all’interno troverai un piccolo e sorprendentemente labirinto di attrazioni da non perdere, fiancheggiate da bar e ristoranti. Una volta scesa l’oscurità, la città diventa notevolmente tranquilla e gli abitanti del posto dirigono per dieci minuti lungo la costa fino a St Julian’s o Paceville, entrambe con ottimi ristoranti e vivaci bar in competizione per lo spazio lungo le strade strette.

Troverai tanta storia da riempire cento vacanze su questa piccola isola, ma se stai cercando delle spiagge sabbiose, Malta non è la destinazione giusta per te. Invece, la maggior parte della costa è formata da splendide spiagge rocciose e acque mediterranee meravigliosamente chiare. Non sorprende quindi che la passione per l’immersione porti molti visitatori alla sull’isola, alla ricerca di un relitto della seconda guerra mondiale o di impressionanti grotte sottomarine.

malt 4Tutte e tre le isole maltesi meritano di essere scoperte, sia che tu preferisca pedalarle, passeggiarle o addirittura arrampicarle. Dalla campagna polverosa e dalle coste rocciose della terraferma, agli ampi pascoli verdi di Gozo, le distanze sono abbastanza ridotte da lasciare l’auto alle spalle. Prendetevi del tempo per fermarvi anche nella piccola isola di Camino, incastonata tra le due più grandi e quasi disabitata, tranne che per un hotel e un pugno di escursionisti o snorkelisti.

Anche se la stagione turistica principale va da aprile a ottobre, Malta è una destinazione ideale tutto l’anno. Se vuoi evitare la folla, scegli la primavera o un viaggio autunnale. Le temperature sono ancora calde e le isole offrono sole in abbondanza. Per scoprire davvero l’isola di Malta, soprattutto in primavera, consigliamo vivamente di noleggiare uno scooter o una bicicletta per aggirarti liberamente tra villaggi, città e punti panoramici costieri. Se ne hai bisogno, i sistemi di trasporto pubblico delle isole sono ben collegati e non troppo costosi. Anche  gli hotel sulla spiaggia offrono ai loro ospiti navette giornaliere per le principali città. Se hai in programma di fare il viaggio verso la Laguna Blu, prendi una barca da Gozo la mattina presto per arrivarci proprio mentre la zona inizia a muoversi. Se c’è tempo, fai un viaggio a Victoria a Gozo, dove puoi vagabondare per ore attraverso i vicoli punteggiati da piccole chiese color ocra e ammirare i merlettieri seduti sulle soglie.

malt 1La cucina di Malta è piuttosto rustica e si fonde con influenze europee. La “zuppa della vedova” è un piatto di verdure a cubetti, cucinato con fette di pancetta e uova. I maltesi spesso preparano il pesce alla griglia o in crosta come lampuki (orata), il dotte (scorpione di pesce) o la cerna (cernia). La birra locale, compresa la Cisk Lager, è eccellente e abbastanza economica, mentre il caffè è apprezzabile anche per i nostri standard. Da non perdere i mercati che si svolgono in tutte le principali città e villaggi, che offrono l’occasione di assaggiare i gustosi biscotti farciti all’anice qaghaq tal-ghasel, formaggio di capra e vini di produzione locale.

Malta è famosa per il suo merletto o per il pizzo all’uncinetto, una tradizione risalente al XVII secolo. Il design più comune è sicuramente la Croce di Malta a otto punte, ma pullover e sciarpe di lana, spesso di colore bianco, sono dei grandi souvenir. Anche il vetro soffiato è una specialità dell’isola; i laboratori più famosi si trovano nel villaggio di Ta’Qali, a nord di Rabat.

MALT 3.jpgConsigli e note di viaggio:

La lingua ufficiale è l’inglese. Non ci sono molti segnali sulle strade secondarie. Le spiagge sabbiose sono poche e piccole. È vietato fumare in tutte le aree pubbliche, compresi alberghi, lounge e ristoranti. È ancora possibile fumare ai tavoli all’aperto nei ristoranti e nei bar. Assicurati di coprire le spalle e le ginocchia prima di entrare nelle chiese. Stai attento anche al fatto che troverai un atteggiamento conservatore nei confronti del beachwear, con divieto di nudità.

 

 

Rispondi