Estonia, natura, relax e cultura

Estonia map 1.jpgSituato nell’Europa nordorientale, questo piccolo paese costiero si trova a breve distanza in traghetto dalla Finlandia e dalla Svezia, in autobus dalle capitali europee come Varsavia e Berlino, e un treno notturno da San Pietroburgo ti lancia proprio nel cuore di Tallinn. Laghi, foreste e spiagge costituiscono uno dei paesi più piccoli ma più graziosi d’Europa. Gli estoni hanno difeso ferocemente la loro cultura attraverso decenni di influenza sovietica, e ora si celebra ovunque ti giri. Il cibo favoloso, le meravigliose città medievali e il senso di gioiosa indipendenza sono i gioielli di questo paese. I visitatori in Estonia incontrano un mix di urbanità e natura selvaggia, medievale e contemporanea, con castelli in rovina e design colorato che attraversa paesaggi urbani. Un sistema di trasporto efficiente facilita l’esplorazione e gli abitanti dinamici, esperti di tecnologia, accolgono i visitatori a braccia aperte. 

EST 1.jpgFiabesca, la capitale dell’Estonia, patrimonio mondiale dell’UNESCO, Tallinn fu istituita nel XIII secolo dal re di Danimarca. Da allora, le strade di Tallinn hanno visto molte potenze mondiali, dai danesi e dagli svedesi ai tedeschi, agli zaristi e alla Russia sovietica. Il centro storico di Tallinn è pieno di case e vicoli medievali ed è ancora protetto dai resti delle mura della città. La ricchezza dell’architettura a Tallinn tradotto in lingua di viaggio significa che ci sono molte straordinarie leggende e storie da esplorare. Tra gli edifici medievali, troverai ristoranti moderni tra muri in pietra scolpita, boutique colorate e gallerie innovative. Fai una passeggiata nei parchi verdi di Tallinn o fai un po ‘ di vapore nella fiorente cultura termale. Nel sud, la città universitaria di Tartu ha un’atmosfera intellettuale e vanta ottimi caffè, musei affascinanti e un osservatorio, mentre nella città orientale di Narva è possibile esplorare un castello risalente al 13 ° secolo.

EST 2.jpgGli estoni amano le loro foreste, le paludi e tutte le creature che vi albergano come linci, orsi bruni, lupi, volpi, conigli e cervi. Tra i paesi meno densamente popolati d’Europa, l’Estonia rappresenta un’ottima destinazione per chi ama la natura ma anche per coloro che desiderano allungare le proprie membra e godersi un po’ di pace e solitudine. Lontano dalle città, fai un’escursione attraverso le vaste foreste del paese – quasi il 50% dell’Estonia è un bosco – e scopri le paludi intriganti o visita le spiagge sul Mar Baltico. Fai un giro intorno alle isole dell’Estonia: sono oltre 1500, alcune popolate come Saaremaa e Hiiumaa e innumerevoli isole minuscole e disabitate utilizzate solo dagli uccelli migratori.

est 3L’Estonia è l’unico paese baltico con una cultura isolana profondamente radicata. Anche se per la maggior parte disabitate, le isole estoni tendono ad essere rurali, con alcune tracce di cultura locale vichinga e medievale. La celebrazione estone della canzone e della danza è l’evento locale più importante e anche la ragione per cui gli estoni vengono spesso definiti “la nazione che canta”. L’unicità di questo evento affascinante ha persino fatto guadagnare alla canzone e alla danza un posto nella prestigiosa lista UNESCO di beni culturali immateriali.

est 4Gli estoni tendono ad essere almeno bilingue e, secondo studi recenti, sono tra i migliori anglofoni in Europa. Molti visitatori tendono a pensare che gli estoni parlino elfico ma questa lingua dal suono magico è in realtà estone, appartenente alla branca finnica delle lingue europee.

Situata nella parte settentrionale della zona climatica temperata e influenzata dall’Oceano Atlantico e dal Mar Baltico, l’Estonia ha quattro stagioni distinte, con luglio come mese più caldo e febbraio il più freddo. Le piogge sono moderatamente basse durante tutto l’anno, ma cadono frequentemente in estate e in autunno.

 

Rispondi