Ungheria, rilassati tra caffè e terme

ungheria map 1Appollaiata al crocevia d’Europa, l’eccentrica Ungheria è riuscita a diventare cosmopolita pur rimanendo perfettamente ungherese. In questo paese la musica classica è venerata e gli ungheresi sono animati dall’elegante cultura del caffè in stile viennese. In campagna, anche le tradizioni più antiche vivono e prospera una rinnovata passione per la viticoltura. Immergi la faccia in una ciotola di goulash speziato, poi trascorri un pomeriggio gustando un dolce delicato in un raffinato caffè. Sorseggia un dolce vino locale mentre cerchi di avvolgere la tua mente intorno alla colorata storia dell’Ungheria e mentre cerchi di capire la sua lingua dai suoni bizzarri.

ungheria 1Architettura mozzafiato, arte popolare vitalissima, centri termali e la capitale più eccitante d’Europa dopo il tramonto sono le principali carte l’Ungheria si gioca. Super strutture di accoglienza addolciscono anche i più “drammatici” scenari ungheresi. Architettonicamente l’Ungheria è un vero tesoro, con rovine romane, villaggi medievali, chiese barocche, edifici pubblici neoclassici e poi stabilimenti balneari e scuole in stile liberty. E non stiamo parlando solo della sua capitale, Budapest. Passeggia per Szeged o Kecskemét, Debrecen o Sopron e ogni volta scoprirai un gioiello diverso, come il Palazzo Reök a Szeged o la Moschea di Pécs.

ungheria 2Gli ungheresi hanno letteralmente “imbrigliato le acque” dalle circa 300 sorgenti e si sono dedicati fin dall’antichità al relax termale. Lo fanno ancora per scopi terapeutici, medicinali e ricreativi, ma i luoghi sono cambiati un po’. Oggi esistono splendidi stabilimenti balneari che risalgono all’occupazione turca o siti in palazzi liberty, fino ai sanatori clinici che sembrano spuntati fuori da un romanzo di Thomas Mann. Diffusissime, vedrete chiare acque in piscine dalle dolci forme organiche che si gonfiano, schizzano e spruzzano a ritmi e temperature diversi, accanto a centri benessere che offrono una miriade di trattamenti.

Il cibo ungherese ha lo stile di cottura più sofisticato dell’Europa orientale. I magiari arrivano addirittura a dire che ci sono tre cucine essenziali nel mondo: quella francese, la cinese e la loro. Potrebbe essere un po ‘esagerato, ma la reputazione dell’Ungheria come importante centro culinario risale alla fine del XIX secolo e alla prima metà del XX e, nonostante un periodo di stati sotto il comunismo, la loro cucina è di nuovo al centro dell’attenzione europea. Lo stesso vale per i vini di fama mondiale, dai rossi corposi di Eger e Villány al bianco olaszrizling di Badacsony fino al dolcissimo Tokaj tanto amato da noi italiani.

Stitched PanoramaL’Ungheria ha una delle tradizioni folkloristiche più ricche ancora vive in Europa. Con splendidi dipinti popolari ritrovati sulle pareti e sulle soffitte delle minuscole chiese in legno della regione di Bereg e gli splendidi ricami che le donne di Hollókő cuciono per decorare camicie, gonne e pantofole; questo è spesso il prodotto per cui il paese è conosciuto artisticamente. La musica tradizionale, suonata su una scala diatonica a cinque toni su una miriade di strumenti insoliti, continua a prosperare, specialmente in táncházak (“case da ballo”), una sorta di rave contadini dove ascolterai musica popolare ungherese e imparerai a ballare forte anche tu.

Due importanti fiumi europei attraversano l’Ungheria, il Danubio e il Tibisco. Il primo attraversa Budapest per raggiungere il Mar Nero attraverso Croazia, Serbia, Bulgaria e Romania. Il fiume Tisza, che ha la sua origine in Ucraina, scorre a sud attraverso l’Ungheria in Vojvodina, nel nord della Serbia, dove si unisce al Danubio. Entrambi i fiumi sono navigabili.

Nonostante la maggior parte del paese si trovi a meno di 200 metri sopra il livello del mare, ci sono diverse catene di colline, principalmente a nord e a ovest. Il punto più alto del paese è Keakute tra le Montagne Matra a nord-est di Budapest, che è alto 1.014 m. Altre catene montuose relativamente basse comprendono le montagne del Nord ungherese, i monti Transdanubian e Mecsek a nord di Peacute. Il punto più basso, vicino a Szeged, nel sud dell’Ungheria, è a soli 77 m sopra il livello del mare. La grande pianura ungherese, che si estende a nord-est dal Danubio fino ai piedi dei Carpazi, a est fino alle montagne della Transilvania in Romania e a sud.

Ungheria 4.jpgL’Ungheria ha un clima continentale mite. Ci sono quattro stagioni distinte, con un’estate molto calda da giugno ad agosto dove le temperature possono salire fino a 35 ° C. La primavera e l’autunno sono miti, mentre gli inverni sono molto freddi, fino a -10 ° C e non è un buon momento per visitare le zone rurali, anche se i momenti rilassanti in città sono divertenti in qualsiasi periodo dell’anno. Il sud del paese intorno è un po’ più caldo in media, anche se la regione vede anche forti nevicate in inverno. Le precipitazioni annuali sono in media di 6 cm ed è relativamente uniformemente distribuita durante tutto l’anno, con nevicate comuni in inverno.

 

 

 

Rispondi