Valencia in 1 giorno

Valencia, oggi terza città della Spagna, in antichità era una importantissima città del Mediterraneo, crocevia di merci, persone e culture. Scoprire le meraviglie della città in poche ore è un’impresa difficile, quasi come ripercorrerne l’intera storia. La cosa fondamentale è preparare un itinerario a regola d’arte, in modo da visitare la suggestiva Ciudad Vella e le sue principali attrazioni.

VAL 3.jpgIl tour inizia dalla meravigliosa “Cattedrale di Valencia” la chiesa più importante della città. La cattedrale è stata costruita su un luogo da sempre considerato sacro in cui erano sorti precedentemente un tempio romano e una moschea musulmana. Consacrata nel 1238, ha subito l’influenza di più stili architettonici nel corso dei secoli, come si vede chiaramente dai tre portali d’accesso, a partire dal tardo romanico, poi il gotico e in fine il barocco.
Tra le varie cappelle, non dimentichiamo la Cappella del Santo Graal, che vanta di custodire la reliquia più importante della cristianità, protagonista di tanta letteratura. Altra esperienza immancabile, i 207 gradini per salire sul “Micalet“, la torre campanaria, da cui potrete godere una vista panoramica di tutto il centro storico.
http://www.catedraldevalencia.es/

val 4Altro posto da ammirare è “Plaza Redonda”, una bellissima piazza in stile neoclassico di forma circolare. Al centro della piazza svetta una fontana in pietra e bronzo; invece intorno la piazza si affacciano numerose bancarelle con souvenir turistici e negozietti di artigianato locale.

Situata a poche centinaia di metri dalla Piazza rotonda, Piazza del Mercato è il cuore medievale della città vecchia. Al suo interno si erge nel suo maestoso tardo gotico valenciano “La Lonja de la Seda”, antico centro del commercio della miglior seta che giungeva in Europa per le lunghe vie commerciali. L’edificio, grazie alla conservazione straordinaria del suo stile inconfondibile, nel 1996 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Oggi è la sede dell’Accademia Culturale di Valencia e di varie esposizioni. Il palazzo è visitabile tutti i giorni della settimana dalle 10:00 alle 19:00 (la domenica e i giorni festivi solo fino alle 14) e l’entrata costa 2€ a persona.

val 6Probabilmente è ora di pranzo, non vi resta che sedervi in uno dei numerosi bar del centro storico. Potrete provare l’almuerzo, un delizioso aperitivo, composto da tapas e birra. Le tapas sono dei tipici stuzzichini salati della cucina spagnola e per i più golosi ci sono le tapas dolci.
Dopo questo piccolo attimo di tranquillità, è giunto il momento visitare il famoso “Mercado Central”. Il complesso del mercato è stato inaugurato nel 1928 e con la sua struttura in acciaio è simbolo dell’architettura modernista. Dal colore delle sue vetrate alle ceramiche dipinte a mano, rimarrete affascinati da così tanta bellezza. E se avete, ancora un po’ di fame potrete gustare un cono di prosciutto iberico o della buona macedonia take away.

val 5A soli 5 minuti a piedi, arriverete “Plaza Ayuntamiento”, cuore pulsante della città. Curiosamente, questa piazza, ha cambiato nome e aspetto a seconda del periodo storico. Con la sua particolare forma triangolare, è sede del palazzo comunale, visitabile gratuitamente tutti i giorni feriali.

Prima di lasciare questa splendida città, vi consigliamo una sosta alla Città delle Arti e delle Scienze, il più grande complesso scientifico e culturale dell’intera Europa. La struttura è stata progettata dal noto architetto Santiago Calatrava e ospita numerosi musei e luoghi d’intrattenimento.

val 1

Rispondi