Atene in 2 giorni

ATH 6.jpgAntica e misteriosa città della Grecia, Atene è stata la culla dell’arte, della filosofia e della democrazia. Ma Atene non è solo miti e storia, è anche piatti della tradizione greca e divertimento. La città, resa ancora più bella dopo le Olimpiadi del 2004, è pronta ad accogliervi e farvi conoscere le sue bellezze paesaggistiche e culturali. Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

Primo giorno

Il primo giorno ad Atene inizia con una colazione energetica e sana, gustate il tipico yogurt greco colato, semplice o con l’aggiunta di miele e frutta secca. I più golosi possono optare per le Baklava, dolcetti a base di sfoglie di pasta fillo alternate a frutta secca e miele ed accompagnare il tutto con del buon caffè. Iniziate il vostro itinerario partendo da Piazza Syntagma, il cuore della città moderna nonché centro politico e culturale dello stato. La piazza è sede del celebre Palazzo del Parlamento, uno degli edifici più celebri di Atene. Il palazzo, nato come antico edificio reale, nel corso degli anni diventò la sede del parlamento ellenico. Nelle vicinanze potrete ammirare il monumento del Milite Ignoto, con il tradizionale cambio della guardia reale. Le guardie, chiamate Euzoni, indossano un particolare abbigliamento composto da un’ampia gonna e scarpe con dei pompon.

ath 1Dalla famosa Piazza Syntagma avviatevi in direzione dell’Agorà, l’antica piazza di Atene. Inizialmente, era considerata semplicemente la piazza principale ma successivamente l’agorà diventò centro politico, religioso e di commercio. L’area veniva utilizzata anche per gli spettacoli teatrali e per le gare sportive. Sul lato orientale della piazza è presente il grande Stoà di Attalo, un porticato donato dal re di Pergamo Attalo II, al cui interno ospita il Museo dell’Antica Agorà. Il museo conserva gli oggetti rinvenuti dalla piazza, principalmente accessori che utilizzavano le istituzioni democratiche, come ad esempio clessidre o gettoni di voto in bronzo. Inoltre, potrete visitare uno dei più noti templi della classicità greca, il tempio di Efesto. Il tempio, dedicato a Theseion, dio del fuoco e del metallo; era situato nel quartiere dei fabbri della città di Atene. Dalla terrazza del tempio potrete ammirare una spettacolare vista sulla città.

ath 2Dalla piazza raggiungete il quartiere di Plaka, una delle zone meglio conservate di Atene. Il suo aspetto inalterato, le sue botteghe e le stradine rendono il quartiere unico nel suo genere. Fermatevi in un ristorantino, magari all’aperto, sarete circondati da buona musica e dal colore delle buganvillee. Il pranzo inizia con del croccante pane fresco accompagnato da varie salse greche, come la Tzatziki, una crema a base di yogurt, olio, menta, aglio e dei piccoli pezzi di cetriolo e la Melitzanosaláta una salsa a base di melanzane affumicate, olio, aceto e prezzemolo tritato. Potrete scegliere fra numerosi piatti, vi consigliamo la Horiatiki, la tipica insalata greca con verdure, pomodorini, cetrioli, cipolla e feta. Oltre a ciò, potrete aggiungere olive e capperi.

ath 4Dopo aver gustato i sapori tipici della Grecia, approfittate nel visitare la zona di Plaka, dai suoi palazzi neoclassici alle case dalle tegole rosse. Il quartiere è noto per le sue chiese risalenti a diversi periodi storici, la più famosa è la Metochi Panaghiou Tafou. La chiesa, costruita nel periodo ottomano, è famosa per la processione del Venerdì Santo. Vicino al quartiere, è situata Anafiotika, un piccolo gruppo di case bianche e basse, caratteristiche delle isole greche. Vi consigliamo di andarci nel tardo pomeriggio, le lucette iniziano ad accendersi e ammirerete la città tutta illuminata.

Secondo giorno

La mattina del secondo giorno la potrete dedicare alla visita dell’Acropoli, la principale attrazione della città. L’Acropoli, da un’alta collina rocciosa, domina tutto il territorio circostante. Camminando all’interno del sito archeologico, potrete ammirare il Partenone, il monumento più importante dell’Antica Grecia. Il tempio, dedicato alla Dea Atene, custodiva la monumentale statua dell’Athena Parthenos. Questo complesso architettonico comprende anche altri monumenti tra cui l’Eretteo, un tempio in stile ionico. Il porticato del tempio, situato a Sud, è supportato da sei sculture femminili, dette appunto Cariatidi. Le sei statue che potrete ammirare sono delle riproduzioni, le originali sono conservate nel Museo dell’Acropoli di Atene. Il celebre museo sorge in uno splendido edificio situato ai piedi dell’Acropoli e custodisce una ricca collezione di reperti trovati sul sito. Vi consigliamo di visitare il museo dopo aver visitato l’Acropoli, in modo da avere una visione completa sull’evoluzione dell’arte greca nel corso dei secoli.

ath 3Proseguite ora verso Monastiraki, un quartiere di Atene famoso per il suo mercato domenicale. Il mercatino delle pulci è un tripudio di colori e vivacità con mille bancarelle ricche di oggetti di antiquariato, souvenir e vecchi libri. Ma Monastiraki è noto anche per le sue taverne, le quali propongono pietanze tipiche della Grecia. Formaggi, carne e verdure sono i veri protagonisti della tradizione accompagnati da buon vino locale e salse a base di aglio. Il cibo più popolare sono i Souvlaki, spiedini di carne lasciati marinare in olio e limone e poi cotti alla brace. Una vera delizia per il palato! Se invece preferite continuare a camminare mentre mangiate, optate per un Pita Gyros, un gustoso panino farcito con carne di maiale, salsa di yogurt e verdure. Dopo aver pranzato, potrete visitare la famosa stazione della metropolitana che espone delle teche con reperti archeologici. Nel corso degli ultimi anni, all’interno della metropolitana, sono state allestite delle piccole aeree museali, ciò rende la metro di Atene unica nel mondo.

Nel pomeriggio, visitate il Museo Archeologico nazionale, il museo più grande dell’intero stato e uno fra i più importanti al mondo. Il museo è stato costruito verso la fine del XIX secolo e custodisce al suo interno statue, vasi e altri reperti risalenti al periodo preistorico, miceneo e romano. L’edificio è suddiviso in tre diverse aree: il pianterreno ospita la sezione delle sculture e della preistoria mentre il primo piano accoglie la collezione delle ceramiche. Il museo preserva diversi capolavori, come la Maschera di Agamennone, una maschera funeraria in lamina d’oro; la statua di Zeus o Poseidone in bronzo e il Busto del Minotauro. La collezione del museo comprende anche la Macchina di Antikythera, considerato come il primo calcolatore meccanico. Grazie al quale gli antichi ateniesi, potevano calcolare il sorgere del sole, le fasi lunari e le date dei giochi olimpici. Durante la visita, potrete vivere una sorta di viaggio nel tempo fra i tesori dell’archeologia dell’antica greca.

ath 5Prima del calar del sole, vi suggeriamo di raggiungere uno dei tanti punti panoramici presenti ad Atene, come il colle Licabetto. Il colle è un bosco, con abeti, cipressi e fitta vegetazione; ideale per passeggiate all’aria aperta. Per salire sul colle, vi consigliamo di utilizzare la confortevole funivia che in pochi minuti vi porterà su in cima. Poco prima di arrivare alla sommità, troverete bar e ristoranti panoramici. Per i più romantici, l’ideale è una cena a lume di candela per ammirare uno dei tramonti più affascinanti sulla città.

Per saltare le file, avere alcuni sconti, puoi acquistare ATENE CITY PASS.

Visitare Atene in due giorni è una sfida che vi darà l’opportunità di visitare ancora altri bellissimi posti nell’antichissima Grecia. Continua a seguirci per altri imperdibili itinerari e intanto…BUON VIAGGIO!

Rispondi