Barbados, tè del pomeriggio e sole tutto il giorno

Barbados map.jpgIsolata nell’Oceano Atlantico, a 161 km a est di Santa Lucia, Barbados si distingue dai suoi vicini nell’arcipelago delle Piccole Antille, la catena di isole che si estende in un arco grazioso dalle Isole Vergini a Trinidad. È un’isola tropicale sofisticata con una ricca storia, alloggi adatti a tutti i gusti e libri tascabili, e molto per stuzzicare il tuo interesse sia di giorno che di notte. Geologicamente, la maggior parte delle Piccole Antille sono le vette di una catena montuosa vulcanica, mentre le Barbados sono la cima di una singola protuberanza relativamente piatta di corallo e calcare,  storicamente, la fonte di elementi costitutivi per molte manieri di una piantagione. Alcune di queste “grandi case”, infatti, sono state accuratamente restaurate. Due sono aperte ai visitatori. Bridgetown, città capitale e centro commerciale, si trova sulla costa sud-occidentale delle Barbados a forma di pera. La maggior parte dei quasi 300.000 Bajans (Bay-juns, derivati ​​dalla pronuncia britannica di Barbados) vivono e lavorano a Bridgetown, altrove nella Parrocchia di St. Michael, o lungo l’idilliaca costa occidentale o sulla costa meridionale. Altri risiedono in piccoli villaggi che punteggiano il paesaggio interno. Ampie spiagge sabbiose, scogliere scoscese e numerose insenature formano la costa; l’interno è consumato da colline boscose e calanchi e acri su acri di canna da zucchero.

BAR 2.jpgSenza dubbio, Barbados è l’isola “più britannica” dei Caraibi. In contrasto con il turbolento passato coloniale vissuto dalle isole vicine, compresi i ripetuti conflitti tra Francia e Gran Bretagna per il dominio e il controllo, il dominio britannico a Barbados continuò ininterrottamente per 340 anni, dal primo insediamento britannico stabilito nel 1627 fino alla concessione dell’indipendenza nel 1966. Ciò non vuol dire, naturalmente, che non vi siano state lotte significative nelle Barbados, come altrove nei Caraibi, tra proprietari terrieri britannici del 17 ° e 18 ° secolo e i loro schiavi nati in Africa e altri servitori sotto contratto. Con quel periodo sfortunato di schiavitù relegato ai libri di storia, l’influenza britannica sulle Barbados rimane forte oggi nei modi, nelle attitudini, nei costumi e nella politica locali, temperati, naturalmente, dalla natura tipicamente calda e dallo stile caraibico del popolo Bajan. In linea con le tradizioni di origine britannica, molti bajiani sono anglicani, il tè del pomeriggio è un rituale, il cricket è il passatempo nazionale (una passione, la maggior parte lo ammettono), vestirsi per cena è una tradizione ben radicata. Eppure, le Barbados non sono affatto soffocanti, dopotutto sono ancora i Caraibi.

bar 1Visite alle grotte, case di piantagioni restaurate, riserve naturali, giardini e visite alle fabbriche di rum o sigari sono solo alcune delle numerose e diverse attrazioni di Barbados. Bridgetown è una città fantastica per passeggiare, e i numerosi musei dell’isola sono un testamento per la storia orgogliosa e il senso di identità di Bajans. Il golf e gli sport acquatici sono popolari, così come i tour in outback a cavallo, a piedi o su un fuoristrada o 4×4.

I surfisti affollano la costa orientale delle Barbados per azioni di grandi dimensioni, come a Crane Beach, mentre le famiglie preferiscono le acque più calme della costa occidentale; le spiagge qui sono tipicamente fiancheggiate da resort. Molte delle spiagge della costa meridionale hanno barriere coralline che invitano gli amanti dello snorkeling. Per la solitudine, prova Bottom Bay vicino a Sam Lord’s Castle. Tutte le spiagge delle Barbados sono gratuite e aperte al pubblico.

bar 3Barbados ha una reputazione come destinazione di alto livello, quindi non è una sorpresa trovare resort di marchi come Fairmont e Hilton tra i grandi hotel. Sandy Lane è forse il più famoso: Tiger Woods si è sposato lì. Ma mentre il lusso domina la costa occidentale, gli hotel a prezzi moderati, le pensioni e le pensioni si trovano sulla costa meridionale e altrove. Barbados ha anche molte ville di lusso: case private che possono essere affittate, anche con personale completo.

Casual di giorno, sofisticato di notte per le isole, la scena del ristorante sulle Barbados è tipicamente mista. Un aspetto piacevole: si può effettivamente trovare un pasto economico, come stand che vendono “roti”: pasticcini ripieni di patate e carne piccanti. Pesci volanti e cou cou (un mosto di farina di mais e gombo) sono i piatti nazionali, trovati nel menu dei molti ristoranti locali delle Barbados; l’isola ha anche un’abbondanza di ristoranti eleganti che servono cucina di tutto il mondo ai visitatori discriminanti delle Barbados, alcuni guidati dall’unica guida turistica Zagat nei Caraibi.

BAR 5.jpgIl raccolto annuale della canna da zucchero è stato il Crop-Over originale; oggi, il più grande festival delle Barbados dura tre settimane tra luglio e agosto, con il picco della parata annuale di Kadooment. L’annuale Holetown Festival segna il primo insediamento britannico con una fiera di strada e una parata. La raffinatezza della Barbuda è evidente nella stagione dei detentori di marzo, che include l’opera, Shakespeare e altre arti dello spettacolo.

Bridgetown è conosciuta come una delle capitali della vita notturna dei Caraibi. Troverai di tutto, dalle discoteche di grandi città alle discoteche e ai bar all’aperto con band locali che sbattono fuori reggae, calypso, soca e altro. Anche le crociere con la cena sono popolari e una cena persistente in uno degli ottimi ristoranti dell’isola è sempre un’opzione romantica. St. Lawrence Gap in Christ Church ha organizzato cene, feste di strada e una varietà di locali notturni con musica dal vivo.

bar 4Le costanti brezze marine rinfrescano il clima mite e tropicale di Barbados, ma l’isola è ancora più soleggiata e secca rispetto alle altre isole. Durante la cosiddetta stagione delle piogge (da luglio a novembre), sono probabili alcune brevi piogge. Le ore medie di sole al giorno sono da otto a 10 da novembre a marzo e da otto a nove da aprile a ottobre. Tempeste tropicali e uragani possono verificarsi tra giugno e novembre.

 

Rispondi