2 giorni a Valencia

VAL a1Sul Mar Mediterraneo si affaccia la meravigliosa Valencia, una città che si porta dietro una storia antichissima e dove l’innovazione della Città delle Arti e delle Scienze si sposa indissolubilmente alla tradizione storica della Ciutat Vella. Inoltre, la città è conosciuta in tutto il mondo per la gustosa e ricca cucina e per le sue aree verdi. Una città tutta da scoprire e da vivere!
Innanzi tutto qualche informazione pratica: acquistando “Valencia Card” potete viaggiare gratis con i principali mezzi di trasporto della città. Inoltre, potrete entrare gratuitamente nei musei e avvalervi di sconti presso le principali attrazioni turistiche. La Card per 48 ore si può acquistare tranquillamente online, usufruendo di uno sconto del 10%.

VAL a4Primo giorno

Questo primo giorno lo potete dedicare alla scoperta della parte futuristica di Valencia. A causa delle frequenti piene, il fiume Turia è stato deviato lasciando posto al grande giardino che attraversa la città da est verso ovest: Il “Jardín del Turia”, con i suoi 9 chilometri, è uno dei parchi naturali più grandi dell’intera Spagna e, se siete amanti dell’aria aperta e della natura, affittate una bicicletta e andate alla scoperta delle sue meraviglie.
Inoltre, al suo interno è stata edificata “La Ciudad de las Artes y las Ciencias”, un maestoso complesso di edifici diventati simbolo della città e progettati dal famoso architetto Santiago Calatrava (gli amanti di Venezia ricorderanno tra le sue opere il bellissimo “Ponte Calatrava”, a due passi dalla Stazione). Calatrava ha disegnato questo luogo con l’idea di creare uno spazio culturale interattivo, un vero e proprio mondo parallelo.
Il cuore del complesso è il Museo delle Scienze “Principe Felipe”, luogo di educazione scientifica e di divulgazione. Il museo, composto da un’enorme struttura, ospita esposizioni che hanno come tema le leggi fisiche o il corpo umano e non dimenticate il suggestivo planetario. Dopo aver visitato questo splendido museo, potete pranzare in uno dei tanti ristoranti presenti nell’area, che offrono una cucina molto originale e una spettacolare vista sulla Città.
VAL a2Dopo pranzo potrete rilassarvi guardando un bel documentario educativo all’ “Hemisfèric”, un cinema digitale 3D. Questa sala proiezioni è stata costruita secondo una forma molto particolare ispirata all’occhio umano.
Nel pomeriggio, non vi resta che visitare l’acquario più grande d’Europa: L’Oceanografic, che con i suoi circa 45.000 esemplari provenienti dal mediterraneo, dall’artico e dai mari tropicali, porta avanti l’enorme missione di sensibilizzare i visitatori alla cura e alla protezione del mondo marino.
Se siete amanti del mare e dei suoi abitanti, vi consigliamo di prenotare un tavolo al “Ristorante Sottomarino”. Il ristorante, grazie alla sua inconsueta forma circolare e alla sua ubicazione appunto “sottomarina”, vi permetterà di ammirare da ogni parte centinaia di pesci. Un menu sofisticato e piatti creativi vi sorprenderanno ad ogni boccone.

VAL a5Secondo giorno

Nel secondo giorno vi consigliamo di scoprire il centro storico della città di Valencia. Ma prima di affrontare la lunga giornata, fermatevi in un bar e gustate una tipica colazione spagnola. Il vero protagonista del desayuno sono assolutamente i churros, dei dolci fritti da inzuppare in una tazza di cioccolata calda.
Invece, chi preferisce mangiare del cibo salato, può optare per la Tortilla, frittata morbida farcita con cipolle, patate o altre verdure.
Il giro turistico inizia da “Plaza Ayuntamiento”, la piazza principale della città di Valencia. Nel corso degli anni, ha subito diversi interventi strutturali cambiando aspetto e nome. Al giorno d’oggi la piazza è la sede del palazzo comunale, visitabile gratuitamente tutti i giorni feriali.
A soli 5 minuti a piedi, raggiungete facilmente il “Mercado Central”, un complesso inaugurato nel lontano 1928. Il mercato assomiglia molto alla Boqueria, il più noto mercato di Barcellona. La struttura è stata realizzata in stile modernista, in acciaio, abbellita con ceramiche dipinte a mano e vetrate colorate.
Potrete ammirare tantissime specialità iberiche e gustare il tipico prosciutto spagnolo o della fresca macedonia.
Dopo questo piccolo spuntino, dirigetevi verso la Piazza del Mercato dove si affaccia il medievale edificio “La Lonja de la Seda”. In passato, è stato il centro del commercio della seta, mentre ora è la sede dell’Accademia Culturale di Valencia e di molteplici esposizioni. Recentemente è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità per l’Unesco. Il palazzo è visitabile tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (la domenica e i giorni festivi solo fino alle 14) e l’entrata costa 2€ a persona.

VAL a6Il centro storico, o Ciutat Vella, è un budello di stradine medievali ricco di monumenti e di scorci strepitosi. Immancabile una visita a “Plaza Redonda”, una piazza molto particolare dalla forma circolare. Sul perimetro della piazza ci sono numerosi negozietti di souvenir e bancarelle con oggetti di artigianato locale; invece al centro svetta una fontana in pietra con le finiture in bronzo.
Nella zona ci sono molti locali e ristorantini tipici; scegliete quello che vi ispira di più e non vi resta che ordinare. Vi consigliamo di assaggiare la famosa Paella, piatto tradizionale della cucina spagnola.

Dopo un po’ di riposo a tavola potete riprendere la vostra visita per le vie del centro. La Cattedrale di Valencia, la chiesa più importante della città. La cattedrale è stata costruita su un luogo da sempre considerato sacro in cui erano sorti precedentemente un tempio romano e una moschea musulmana. Consacrata nel 1238, ha subito l’influenza di più stili architettonici nel corso dei secoli, come si vede chiaramente dai tre portali d’accesso, a partire dal tardo romanico, poi il gotico e in fine il barocco (Portale principale o “de los Hierros”; Portale degli Apostoli e Portale del Palazzo).
Tra le varie cappelle, non dimentichiamo la Cappella del Santo Graal, che vanta di custodire la reliquia più importante della cristianità, protagonista di tanta letteratura. Altra esperienza immancabile, i 207 gradini per salire sul “Micalet“, la torre campanaria, da cui potrete godere una vista panoramica di tutto il centro storico.
http://www.catedraldevalencia.es/

VAL a3Dopo una lunga giornata, compiacete il vostro palato con un gustoso aperitivo. L’almuerzo sarà composto da deliziose tapas e birra. Le tapas sono dei tradizionali stuzzichini salati e per i più golosi ci sono le tapas dolci.

Consiglio pratico: potete acquistare qui la CITY CARD!

Rispondi