Belize, un santuario Maya dedicato alla natura

Stretto tra il Messico, il Guatemala e lo scintillante Mar dei Caraibi, il Belize occupa una fetta di paradiso ricca di cultura, fauna selvatica e una meravigliosa selezione di siti storici. Gran parte della terraferma rimane avvolta nella giungla, dove le vestigia di antiche città costellano verdi foreste. Caracol è il più famoso. I suoi templi in rovina e le piramidi di pietra si ergono come potenti richiami alla civiltà Maya. La storia è sicuramente affascinante, ma la maggior parte delle persone visita il Belize per vedere le sue meraviglie naturali e l’ammirevole lavoro di conservazione; il Cockscomb Basin Wildlife Sanctuary fu il primo santuario dedicato al giaguaro nel mondo; l’isola di Half Moon Caye è stata interamente dedicata alla conservazione degli uccelli; e la protetta barriera corallina del Belize ospita un’incredibile varietà di vita marina. I visitatori possono nuotare con gli squali e le razze lungo le colorate pareti di corallo o esplorare il Blue Hole, famoso come uno dei migliori siti di immersione del mondo.

Con una numerazione inferiore a 335.000, i Beliziani hanno radici sorprendentemente diverse: il paese è un crogiolo di cultura creola, garifuna, meticcia, spagnolo, maya, inglese, mennonita, libanese, cinese e indiano orientale. L’armonia razziale, la tolleranza religiosa e una cultura politica relativamente pacifica, hanno permesso a questi diversi elementi di fondersi con successo e hanno dato al Belize una reputazione come destinazione amichevole e rilassata.

Le città del Belize sono piccole e, nel complesso, piacevoli ma poco eccitanti. San Ignacio è un’affascinante tappa per coloro che si immergono nella giungla e Punta Gorda offre interessanti soggiorni con alcune delle ultime comunità indigene rimaste del paese. La capitale un po’ insignificante, Belmopan, sebbene energica e straordinariamente affascinante, è usata in gran parte come porta d’ingresso per le isole… e che isole! Caye Caulker, Ambergris Caye, Cayo Espanto (solo per citarne alcuni) sono tutto ciò che vi aspettate dai Caraibi e altro; palme ondeggianti, acque cristalline, spiagge sabbiose, bar sulla spiaggia sgangherati e affascinanti ristoranti. Tutto ciò che manca sono le folle. Vai a capire…

Il clima del Belize è subtropicale con un forte vento prevalente dal Mar dei Caraibi. Le temperature e l’umidità annuali sono alte. La temperatura rimane abbastanza costante per tutto l’anno, variando solo di circa 4 ° C dai tempi più caldi al più freddo. Allo stesso modo l’umidità rimane per tutto l’anno, anche se più in alto si entra nelle Montagne Maya, più diventa confortevole il clima. La stagione secca va da gennaio ad aprile e la stagione delle piogge va da metà maggio a novembre. Ciò si traduce in tempo nuvoloso nonostante il caldo, quindi non è il momento migliore per andare in vacanza al mare. La stagione degli uragani va da giugno a fine novembre; gli uragani hanno devastato il Belize in passato. Gennaio è il mese più bello e maggio è il più caldo.

Rispondi